DAKAR… IL SOGNO DI OGNI MOTOCICLISTA E NON SOLO… DAL 2011 AL 2020.

LA STORIA CONTINUA…

2011

La terza edizione della Dakar in Sud America presentava una nuova rotta attraverso l’Argentina e il Cile, ma la rotta era anche molto vicina ai confini boliviani e peruviani. Prese una pausa per una giornata di riposo nella città di Arica, nell’estremo nord del Cile. Marco Coma ha vinto la sua terza Dakar per eguagliare il numero di vittorie del rivale Cyril Despres. Nassser
Al-Attiyah ha guidato una Volkswagen al podio nella categoria auto e ha salutato la Dakar dopo aver ottenuto il suo terzo trionfo consecutivo. Vladimir Chagin ha terminato con stile, conquistando la sua settima vittoria.

2012

I francesi Cyril Despres e Stéphane Peterhansel hanno conquistato rispettivamente la quarta e la decima Dakar. I campioni sono stati applauditi sul podio sulla Plaza de Armas di Lima da una grande folla che ha acclamato entrambi i concorrenti. Nel complesso, 97 motociclette, 12 quad, 78 auto e 60 camion hanno tagliato il traguardo della 33a Dakar, ovvero 249 dei 443 veicoli che hanno iniziato la manifestazione partendo da Mar del Plata.

2013

124 motociclisti, 26 quad, 89 equipaggi auto e 60 camion sono arrivati alla fine dei 14 giorni di gara per celebrare il loro arrivo nella capitale cilena, Santiago. Il 67% dei veicoli partiti a Lima (299/449) ha terminato l’intero percorso. Dopo diversi colpi di scena, Cyril Despres ha conquistato un quinto titolo nella categoria moto e Stéphane Peterhansel rivendica la sua quinta vittoria nella classe auto. Marcos Patronelli ha ottenuto il suo secondo trionfo in quad e ha seguito la vittoria del fratello Alejandro l’anno prima. Eduard Nikolaev ha fatto il suo ingresso nel libro dei record di Dakar conquistando la vittoria tra i camion.

2014

Con 204 veicoli all’arrivo (78 moto, 15 quad, 61 auto e 50 camion) il 47% dei piloti e degli equipaggi sono arrivati al termine, la Dakar più difficile tenuta in Sud America aveva un tocco catalano. Con Marc Coma e Jordi Viladoms nei primi due posti nella categoria moto, così come Nani Roma che ha conquistato gli allori nella categoria auto dieci anni dopo il suo trionfo su due ruote, i catalani hanno alla grande. Dietro i due
I piloti della KTM, il francese Olivier Pain è salito sul podio dopo aver ripeso il leader della squadra Cyril Despres nella fase finale. Nella classe automobilistica, la Mini è sul podio guidata da Roma, che battendo Peterhansel di 5: 38s è diventato solo il terzo concorrente a vincere la categoria di auto dopo aver vinto per la prima volta nella categoria moto. Ignacio Casale, 26 anni, ha fatto un prestigioso ingresso nel libro dei record guadagnandosi gli onori nella categoria quad sul terreno di casa che è stato premiato con una fenomenale ovazione sul podio di Valparaiso.Per La Russia Andrey Karginov ha conquistato la sua prima vittoria nella Dakar davanti a Gerard De Rooy nella categoria camion.

2015

216 veicoli sono arrivati al traguardo (79 moto, 18 quad, 68 auto, 51 camion) dei 406 partiti. Marc Coma ha fatto affidamento sull’esperienza per vincere la sua quinta Dakar. Joan Barreda è stato il suo più grande sfidante … fino a quando non ha commesso alcuni errori cruciali in bolivia. È stato quindi sostituito dal compagno di squadra Paulo Goncalves, che ha mantenuto la pressione fino alla fine. L’australiano Toby Price è stata la rivelazione della manifestazione. Il 27enne pilota è arrivato 3 ° alla sua prima dakar, mentre Laia Sanz ha completato la Dakar al 9 ° posto assoluto! Nella categoria auto, Nasser Al-Attiyah ha preso il comando della manifestazione il secondo giorno e non ho mai guardato indietro; meritando cinque vittorie di tappa e la sua seconda vittoria alla dakar. Nella categoria quad, Rafal Sonik ha finalmente trionfato nel suo sesto tentativo di ottenere il massimo dei voti. Kamaz ha conquistato il podio dei camion, guidato dal 28enne Airat Mardeev davanti a Eduard Nikolaev e Andrei Karginov.

2016

La Dakar 2016 è stata completata da 218 veicoli (84 moto, 23 quad, 67 auto e 44 camion) dei347 partenti da Buenos Aires. Questa edizione si è conclusa a Rosario con la vittoria nella categoria auto che è andata a Stéphane Peterhansel, che ha vinto al volante della Peugeot 2008 DKR, arrivando a 12 in tutto per la leggenda del rally-raid, con sei titoli su quattro ruote da abbinare ai sei su due. Nasser Al Attiyah nella sua Mini e Giniel De Villiers in una Toyota Hilux hanno completato il podio.
La gara motoristica è stata vinta per la prima volta da un pilota australiano, Toby Price, che ha disputato una gara senza errori nella sua seconda apparizione alla Dakar. C’è stato un cambio di generazione nella categoria, con cinque nuovi arrivati nella Top 10. In generale, sono stati i concorrenti a prendere gli onori nella categoria quad mentre i fratelli Patronelli hanno dominato con Marcos in testa. Gerard De Rooy ha vinto la categoria camion Dakar per la seconda volta, dopo il suo trionfo nel 2012.

2017

97 motociclette, 22 quad, 63 auto (di cui 5 SSV) e 38 camion, 220 veicoli dei 318 partiti da Asunción in Paraguay il 2 gennaio 2017, hanno raggiunto il podio degli arrivi a Buenos Aires in Argentina. In questa 39a edizione della Dakar, caratterizzata dal lungo soggiorno a oltre 3.500 metri sul livello del mare sull’Altiplano boliviano, Stéphane Peterhansel ha vinto il suo duello con Sébastien Loeb, mentre l’altro suo compagno di squadra Cyril Despres ha completato il podio sulla Peugeot nel categoria di auto. C’è stato un nuovo vincitore nella categoria moto con Sam Sunderland che è diventato il primo britannico a vincere la Dakar, davanti all’Austria Matthias Walkner e alla spagnola Gerard Farres. Il russo Sergey Karyakin ha ottenuto il massimo dei voti nella categoria quad, mentre il suo connazionale e vincitore del 2013 Eduard Nikolaev ha riportato Kamaz al primo gradino del podio nella categoria camion.

2018

Complessivamente, 191 veicoli hanno completato la 40a edizione: 85 moto, 32 quad, 49 auto, di cui 6 SSV e 25 camion, che rappresentano il 55% dei partecipanti che hanno lasciato Lima. La Dakar 2018 prevede un ritorno in Perù e un programma molto sabbioso. Per la prima volta un austriaco, Matthias Walkner, ha vinto nella categoria moto. Per la sua ultima gara, anche Peugeot ha tenuto il suo, questa volta con una sola macchina sul podio,la 3008 di Carlos Sainz. Minacciato fino al giorno prima del traguardo da Federico Villagra, Eduard Nikolaev ha resistito per vincere il suo terzo titolo nella cabina del suo camion Kamaz. Al contrario, per vincere la sua seconda Dakar, il cileno Ignacio Casale ha dominato la classifica generale dal primo all’ultimo giorno.

2019

Il Perù ha ospitato la 41a edizione del rally Dakar, che si è concluso a Lima dopo 10 estenuanti tappe, con una serie impressionante di campioni: Toby Price ha raggiunto un’impresa eroica nella categoria delle motociclette; Nasser Al-Attiyah ha celebrato la sua terza vittoria nella categoria auto, mostrando una perfetta padronanza strategica; Nicolas Cavigliasso ha guidato i quad, dominando la gara come nessun altro nella storia della Dakar (vincendo 9 delle 10 tappe!); Francisco “Chaleco”
Lopez è tornato con successo dopo sei mesi fuori dal circuito nella categoria SSV; ed Eduard Nikolaev ha ottenuto una quarta vittoria nella categoria camion. Oltre ai campioni, 179 veicoli (75 motociclette, 15 quad, 76 auto, tra cui 20 SSV e 13 camion) sono arrivati a Lima per godersi la cerimonia di premiazione che si tiene alla fine della giornata sulla spiaggia della Magdalena … proprio dove tutto è cominciato.

2020

Questa edizione della Dakar si è disputata per la prima volta nella penisola araba, in Arabia Saudita. La Dakar parte da Jeddah che è la prima tappa e si conclude a Qiddiya dopo 12 estenuanti tappe, nella categoria auto trionfa Carlos Sainz alla veneranda età di 57 anni, per le moto vinte Ricky Brabec portando alla vittoria la honda dopo ben 18 anni di monologo di KTM, Brabec è il primo statunitense a vincere la Dakar. a causa di un tragico incidente ha perso la vita Paulo Goncalves, esperto pilota portoghese. Per la categoria UTV a vincere è Casey Curry, per la categoria camion trionfa Andrey Karginov e per i quad Ignacio Casale.

SI CONCLUDE COSI IL QUARTO DECENNIO DELLA MAGICA DAKAR…

fonte www.dakar.com

Un pensiero riguardo “DAKAR… IL SOGNO DI OGNI MOTOCICLISTA E NON SOLO… DAL 2011 AL 2020.

Rispondi